I servizi offerti da una digital library

Autori

  • Dalila Segoni Università La Sapienza di Roma

Parole chiave:

Biblioteche digitali, Servizi bibliotecari digitali, Europeana, Digital Public Library of America

Abstract

Le digital library tendono sempre più a connotarsi non solo come ricche e variegate collezioni di risorse culturali ma come sistemi organizzati di servizi orientati agli utenti finali, percepiti non solo come consumatori di contenuti digitali ma anche come produttori attivi di contenuti. Piattaforme come Facebook e YouTube dimostrano che, quando i sistemi sono semplici da utilizzare e con finalità di interesse, gli utenti li utilizzano anche per contribuire con propri contenuti, quindi il loro coinvolgimento aumenta e la loro interazione diventa più attiva. In questa prospettiva, l'analisi che segue intende dimostrare come, nonostante qualche positivo esperimento, la strada per l'evoluzione delle digital library è quasi del tutto da esplorare. Partendo da un’analisi della natura e delle definizioni dei “servizi digitali”, sono state esaminate alcune importanti biblioteche digitali internazionali – Europeana Collections e la Digital Public Library of America – descrivendo le funzionalità e gli strumenti che mettono a disposizione degli utenti, al fine di definire una proposta di catalogo dei servizi necessari per lo sviluppo delle biblioteche digitali dedicate al patrimonio culturale.

Downloads

I dati di download non sono ancora disponibili.

Biografia autore

Dalila Segoni, Università La Sapienza di Roma

Scuola di Specializzazione in Beni archivistici e librari

Collaboratrice presso l'Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione

Downloads

Pubblicato

2021-08-10

Come citare

Segoni, D. (2021). I servizi offerti da una digital library. DigItalia, 1, 38–62. Recuperato da https://digitalia.cultura.gov.it/article/view/2774

Fascicolo

Sezione

Saggi